L’idea

L’idea

Mar 7, 2020 Senza categoria Di Redazione

L’idea è quella di fare del  sistema dei  parchi ecologici una rete nella quale venga promosso il ciclo dei rifiuti differenziati, con particolare attenzione al riciclo della plastica, dal recupero all’interno del parco al processo di trasformazione della plastica in prodotti di varie categorie.

I parchi archeologici “rifiuti free” questa è l’idea del progetto di Uno@uno Differenziata, nel quale il COREPLA potrebbe avere un ruolo fondamentale, attraverso un’attività di comunicazione e sensibilizzazione dei visitatori, rigorosamente rifiuti free anch’essa, supportata da infrastrutture minime.

La rete dei quattordici parchi archeologici di Sicilia (Camarina e Cava D’Ispica, Siracusa, Cave di Cusa e Pantelleria,  Eloro e Villa del Tellaro,  Gela, Isole Eolie, Leontinoi, Lilibeo – Marsala, Morgantina e Villa del Casale, Segesta, Selinunte,  Solunto, Himera e monte Jato, Tindari e della Valle dei Templi), lo scorso anno ha accolto 5.079.643 visitatori che, inevitabilmente, si sono lasciati dietro una congrua scia di cartacce, bicchieri di plastica e altri rifiuti, usuali nel corso di una lunga passeggiata per siti archeologici.

La sfida è quella di fare in modo che tali rifiuti vengano correttamente avviati a riciclo, incrementando al contempo il piacere della fruizione delle vestigia etnico-culturali dei parchi siciliani attraverso un’opportuna attività di comunicazione.

La realizzazione del progetto “PARCHI ARCHEOLOGICI RIFIUTI FREE” passa attraverso due soli supporti tangibili: una locandina da esporre in biglietteria e nei cestini per i rifiuti, già presenti ed opportunamente posizionati ed evidenziati da pannelli, lungo il percorso di visita.

Tali supporti saranno affiancati da una efficace campagna di comunicazione via social e/o media tradizionali, insieme a contenuti digitali disponibili presso i parchi stessi.

COME FUNZIONA:

Il visitatore, giunto in biglietteria, troverà una locandina che illustrerà l’iniziativa e riporterà un  codice QR, attraverso il quale gli sarà possibile scaricare:

  • Le informazioni complete sul progetto “PARCHI RIFIUTI FREE”
  • Una cartina del  parco che riporterà, insieme alla posizione dei diversi luoghi di interesse, quella dei cestini
  • Uno più  filmati  promozionali del parco, che ne mostri le meraviglie, facendo emergere al contempo la necessità di una fruizione ecosostenibile